RIVISTA ONLINE

Translate

venerdì 27 ottobre 2017

PENNE ARMATE SOTTO ATTACCO HACKER | Comunicato

Molti lettori ci hanno scritto e ci hanno chiesto come mai l'uscita del nuovo numero di Penne Armate Rivista è saltata. Volevamo avvisarvi con questo comunicato che tutte le nostre mail, il blog e le pagine facebook sono state attaccate da un Hacker che ha cercato invano di manipolare e impadronirsi di tutti i dispositivi del collettivo anti-tesi. 
Ci siamo occupati della faccenda e purtroppo nonostante siamo riusciti a recuperare le mail tutto il materiale selezionato e messo da parte è stato cancellato dal rosicone di turno. Per questo abbiamo preso una piccola pausa per rimettere apposto i cocci, ma a breve ripartiremo in quarta con l'uscita dell'atteso numero 3.
Intanto per chi vuole dare un'occhiata ai numeri precedenti sono di nuovo disponibili su Calameo.it La nostra avventura continua, continueremo a lavorare con ancora più grinta!

cordialmente
TEAM Penne Armate

 

lunedì 23 ottobre 2017

La Stella nera di Mu di Mary Blindflowers | Recensione


Prima di entrare nel merito del libro appena letto vorrei fare una piccola premessa. Quella che seguirà non vuole essere una recensione. Per me le recensioni non esistono più. Oggi ci sono troppi rapporti di interesse tra chi recensisce e chi fa arte, tra critici e artisti, perché ci possa essere obiettività; e comunque l’arte è qualcosa di astratto, difficile da valutare se non pure da riconoscere. Si possono solo esprimere impressioni e annotare elementi oggettivi riscontrati. Questo mi limiterò a fare per La Stella nera di Mu: primo perché conosco l’autrice e secondo perché non ritengo importante sapere se il libro mi sia piaciuto o no, ma solo sapere se è scritto bene e se ha dei contenuti, e se sì, quali. Per quanto riguarda la scrittura posso dire che l’autrice ha un’ottima padronanza della lingua italiana e scrive in modo scorrevole e ricco. Questo è facilmente verificabile, basta leggersi anche solo l’anteprima. Perciò passiamo subito ai contenuti.
La Stella nera di Mu narra di un fantomatico “Mondo di sotto” riprendendo e facendo proprie le teorie della Terra cava e il mito di Agarthi. In questo mondo, chiamato Mu, vigono regole opposte al nostro e tutto è come riflesso al contrario. Mu è un luogo privo di governi, di vere e proprie leggi, senza una religione, dove i cittadini vivono in una quasi perfetta armonia e pace. A minacciare questo stato di cose è Scuro, uno stregone del mondo di sopra che vorrebbe entrare a Mu per conquistarlo e trasformarlo in una copia del suo mondo; egli vuole eliminare l’anarchia, il potere delle madri, e insediarsi come capo assoluto.
Scuro vuole creare una società distopica alla Orwell aggiungendovi alcune caratteristiche del mondo nuovo di Huxley: come la superficialità, il culto della bellezza e del denaro. Vuole ribaltare la società muana per farla diventare simile a quella della Terra di sopra, che è già la perfetta sintesi delle società che i due scrittori appena citati, avevano ipotizzato. Ma prima Scuro deve cancellare il culto della dea Madre e istituzionalizzare quello del Dio unico e Padre; cancellare il baratto e portare la moneta, abolire l’anarchia e instaurare la “Democrazia”, fondare una Repubblica muana. Insomma, creare un mostruoso Leviathano e nutrirlo con le personalità dei muani, che in esso si annulleranno. E lui nel mentre acquisirà il vantaggio non trascurabile dell’immortalità. A opporglisi ci sono solo la Stella nera di Mu, ovvero Luce (che succede a Hilde), e alcuni suoi fidati amici. Ma in Luce sin dalla nascita si è insinuato il dubbio, “Forse il sistema è imperfetto”, e da un’incertezza nel battito del suo cuore si è aperto un varco. È da lì che il temibile signore Oscuro cerca di passare.

venerdì 29 settembre 2017

Aleppo c'è: Poesia contro la guerra in Siria

"Aleppo c’è" è un'antologia di poesie pubblicata dagli editori di Kipple Officina Libraria a cura del collettivo Bibbia d’Asfalto – Poesia Urbana e Autostradale, un'iniziativa mirata al sostegno di Medici senza frontiere, che affronta una tematica difficile e toccante come la "guerra in Siria".
  
IL MANIFESTO:
Quando i numeri hanno braccia e gambe. Quando la guerra toglie dignità e valore all’essere umano. La guerra in Siria, da qualsiasi angolazione la si voglia guardare, è una catastrofe. Di più: è un genocidio. Che pretende di essere ascoltato.
Proprio per questo, il Collettivo di scrittura Bibbia D’Asfalto, ha deciso di fare. La poesia, si sa, è fatta di parole. Di parole, non di soluzioni. Abbiamo scelto anche di andare oltre le parole. Di raccoglierle in un’unica voce, di farle diventare un libro. Sfidando la crisi di lettura del nostro paese, decidiamo di mettere il libro in vendita e di offrire il guadagno a Medici Senza Frontiere, a cui le bombe hanno abbattuto gran parte degli ospedali che gestivano sul territorio siriano.

Il ricavato andrà a supporto di Medici Senza Frontiere, l’organizzazione umanitaria che nasce nel 1971 per volere di un gruppo di medici e di giornalisti desiderosi di creare un’organizzazione medica d’urgenza libera nelle parole e nelle azioni.
Acquista ALEPPO C’È:
 su Kipple ebook e libro: ACQUISTA SU KIPPLE
 su Amazon ebook: ACQUISTA E-BOOK SU AMAZONe libro: ACQUISTA AMAZON




AUTORI PRESENTI NELL’ANTOLOGIA:
Laura Quinzi
Maria Grazia Anglano
Ksenja Laginja
Lorella Lauricella
Antonella Rizzo
Edoardo Olmi
Maria Rita Orlando
Stefania Di Lino
Carla Combatti
Francesca Rossetti
Massimiliano Moresco
Annamaria Giannini
Francesca Lavinia Ferrari
Giovanna Pandolfelli
Valentina Meloni
Luca Piccoli
Dulcamara K. R.
Barbara Giuliani
Anna Maria Bonfiglio
Antonella Lucchini
Rita Stanzione
Elena Spampinato
Marco Luppi
Amina Narimi
Davide Cortese
Alessandra Piccolo
Antonio Ciavolino
Luciana Luzi
Beatrice Orsini
Michela Zanarella
Jonathan Varani
Dita Martinez
Gino Panariello
Donatella Nardin
Sandra Marcocci
Sonia Camagni
Maria Cecilia Ventura
Pierfrancesco Roberti
Alessandra Bava
Donatella Maino
Jaime Andrés De Castro
Donatella Pezzino
Giovanni Perrino
Catia Dinoni
Patrizia Ensoli
Donatella D’Angelo
Luigi Finucci
Alberto Il Cala Calandriello
Bartolomeo Bellanova
Lucilla Conforta Gori
Deborah Zerovnik
Samuele Cervaroli


Gassid Mohammed
Fabrizio Raccis
Giancarlo Sissa
Daniele Casolino
Redent Enzo Lomanno
Marcello Comitini